Una notizia buona e una cattiva

Prima quella buona o quella cattiva?

Quella cattiva: il PIL (prodotto interno lordo, tradotto per assonanza linguistica da Cetto La Qualunque con Pilu, di tutt’altra matrice semantica…) è aumentato di botto di 59 miliardi di euro: «sommerso e illegalità valgono il 12,4 %», recita un recente articolo online de Il Sole 24 Ore.

Ora: l’impressione/commento da cittadino profano è: «stiamo raschiando il fondo del barile». Il “sommerso” si chiama così perché è sommerso, quindi non si vede e, mi vien da dire, visto che è “nero” se se possono fare stime e neppure dare delle cifre esatte. Perché questo dovrebbe entrare nel conteggio visto che si tratta di una stima spannometrica? Misteri dell’economia e della finanza…

Quella buona: parte Orange fiber, startup realizzata da due giovani imprenditrici siciliane per realizzare tessuti dagli scarti prodotti dagli agrumi: a questo link il loro sito e la loro (per ora breve) avvenutura…

Le due imprenditrici di "Orange fiber":  Adriana Santonocito ed Enrica Arena
Le due imprenditrici di “Orange fiber”: Adriana Santonocito ed Enrica Arena
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...